Fondo Pensione per il Personale dell’ex Banca di Roma

Il Fondo Pensione per il Personale dell’ex Banca di Roma, già Fondo di Previdenza della Banca di Roma, nasce dall’unificazione del ‘Fondo di Previdenza per il Personale del Banco di Santo Spirito (DPR n. 537 del 23.4.1952) e del Fondo Pensioni per il Personale del Banco di Roma (DPR n. 759 del 17.5.1951).

Con l’entrata in vigore del D. Lgs.124/93, il Fondo si è strutturato in due distinte Gestioni:

  • Gestione a Prestazione definita cui risultavano iscritti i dipendenti in servizio già iscritti al Fondo alla data del 31.12.1997;
  • Gestione a contribuzione definita cui aderivano i dipendenti già iscritti al Fondo alla data del 31.12.1997 e coloro che hanno aderito successivamente.

Nel 2007 il Protocollo di gestione del processo di integrazione del nuovo Gruppo Unicredit ha disposto la chiusura del Fondo ex BDR a nuove adesioni e identificato nel Fondo Pensione del Personale delle Aziende del Gruppo Unicredit la forma pensionistica cui orientare le iscrizioni a partire 1° ottobre 2007.

Per effetto degli Accordi delle Fonti Istitutive, dal 1° aprile 2018 le posizioni a capitalizzazione individuale in essere nella suddetta gestione a contribuzione definita del Fondo ex BDR sono state trasferite al Fondo di Gruppo, con la conseguente attivazione di correlate nuove posizioni.

Il percorso di concentrazione è stato completato mediante successivi Accordi Aziendali per effetto dei quali a decorrere dal 1° gennaio 2021 le posizioni degli Iscritti al Fondo ex BDR (gestione a prestazione definita) sono state trasferite al Fondo di Gruppo UniCredit.

La Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione (COVIP) ha avallato l’operazione in linea con gli obiettivi di complessiva razionalizzazione del sistema di previdenza complementare.